ForzaPalermoSempre

113 anni di storia, due colori, un' unica grande passione

BOLOGNA-PALERMO 3-0

BOLOGNA-PALERMO 3-0

Una partita da dimenticare in fretta. Il Palermo torna da Bologna con una pesante sconfitta e tre squalificati in vista del derby (Ujkani, Barreto e Labrin, tutti espulsi). Una giornata decisamente no per la squadra di Gasperini, superata 3-0 dal Bologna: reti di Gilardino, Diamanti e Gabbiadini (le ultime due su rigore).

Le formazioni annunciate vengono rispettate in pieno. Gasperini conferma gli undici che hanno battuto sette giorni fa la Sampdoria, con Dybala unica punta supportato da Brienza e Ilicic. 3-4-1-2 per la squadra di Pioli, con Diamanti trequartista dietro Gabbiadini e Gilardino.

E’ proprio del campione del mondo 2006 il primo tentativo, che arriva al 1′: il suo sinistro termina alto. L’atteggiamento del Palermo in avvio è propositivo, con Ilicic molto attivo. E’ però del connazionale Kurtic la conclusione. Il numero 28 calcia da posizione defilata in area di rigore al 13′, ma Curci respinge a mano aperta. I due sloveni ci provano anche su punizione, ma senza esito.

Il vantaggio bolognese arriva al 22′. E’ una splendida rete di Alberto Gilardino a portare sull’1-0 i rossoblù: al 22′ il numero 10 controlla un pallone di Taider al limite dei sedici metri e di controbalzo lo manda alle spalle di Ujkani. Sette minuti più tardi è ancora l’ex attaccante di Milan e Fiorentina a sfiorare la doppietta, saltando Donati con uno stop a seguire e tirando verso la porta. Ujkani si salva respingendo di piede. La reazione dei rosanero è tutta in una chance per Brienza, che su suggerimento di Morganella salta un avversario ma conclude alto dai venti metri. I rossoblù trovano invece il raddoppio al 44′: evidente fallo di mano di Donati in area, calcio di rigore trasformato da Gabbiadini.

La ripresa inizia nel peggiore di modi per il Palermo, anche in chiave derby. Ujkani stende in area Gilardino lanciato a rete, Valeri decreta il secondo rigore della partita per la squadra di Pioli e l’espulsione per il portiere rosanero, che salterà la partita contro il Catania. Donati viene sostituito da Benussi, che però non può nulla sul tiro dagli undici metri di Diamanti che porta gli emiliani sul 3-0.

La partita “vera”, di fatto, si chiude qui. La squadra di Gasperini prova almeno una reazione emotiva, nonostante l’inferiorità numerica. Ilicic e Brienza provano due conclusioni che vengono respinte in corner. La migliore occasione è però per Gilardino, che al 10′ si divora il 4-0 centrando Benussi con un colpo di testa dal limite dell’area piccola in totale solitudine. Con un uomo in meno, è naturale affidarsi alle palle inattive per provare ad andare a segno: al 20′ Barreto ci prova su punizione, colpendo in pieno il palo alla destra di Agliardi (che ha rilevato nel primo tempo l’infortunato Curci).

Per il centrocampista paraguayano non si tratta però dell’episodio più sfortunato della partita. Sette minuti più tardi, infatti, Valeri gli mostra il secondo cartellino giallo per un fallo ai danni di Diamanti. Anche lui salterà il derby di sabato prossimo. Ma non è finita qui: anche Labrin viene espulso per un intervento a piedi uniti su Morleo. Il Palermo chiude in otto una sfida decisamente non memorabile per i colori rosanero e resta a quota 11 in classifica.

fonte palermocalcio.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 24 novembre 2012 da con tag , , , , , , , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: