ForzaPalermoSempre

113 anni di storia, due colori, un' unica grande passione

PALERMO – SAMPDORIA 2-0

Image

“Il ragazzo si farà”, il commento più ricorrente fra gli addetti ai lavori dopo aver visto all’opera Paulo Dybala. Oggi però l’attaccante argentino ha cominciato a dimostrare di valere l’investimento operato su di lui: ed era solo la sua seconda partita da titolare. Due perle, quelle messe a segno dal numero 9, che regalano un successo di fondamentale importanza al Palermo, che ha battuto al “Barbera” 2-0 la Sampdoria.

Pienamente confermata la formazione della vigilia nella formazione di Gasperini, con un 3-4-2-1 con Brienza e Ilicic a supporto di Dybala. Nel 4-4-2 blucerchiato Ciro Ferrara si affida in avanti a Eder e Soriano. Non è un primo tempo esaltante, anche se il pallino del gioco è sempre in mano ai rosanero. Al 3′ Dybala impegna subito Romero dopo essersi liberato del suo marcatore: il portiere sampdoriano devia in angolo. Dopo una punizione calciata alta da Kurtic, Ilicic ha un’occasione d’oro per portare in vantaggio il Palermo: Brienza si libera con una magia di due avversari e crossa rasoterra dalla sinistra per lo sloveno, che manda alto di piatto destro da posizione ottimale.

La manovra di entrambe le squadre non è molto fluida, gli errori di misura sono tanti e lo spettacolo ovviamente non decolla. Dybala ha comunque al 31′ un’ottima chance per l’1-0, presentandosi a tu per tu con Romero. L’argentino è però costretto a concludere con il piede destro, mandando il suo diagonale sul fondo. Nove minuti più tardi Barreto potrebbe sfruttare una palla persa da Rossini al limite dell’area (ottima la pressione di Dybala), ma il suo tentativo viene parato da Romero. Nel finale Paulo Dybala fa vedere un “assaggio” di quello di cui è capace mettendo i brividi ai blucerchiati: veronica sul primo marcatore, dribbling sul secondo, tiro respinto miracolosamente in angolo dal portiere avversario.

Pochi secondi dopo il fischio iniziale della ripresa Ilicic prova a riscattare l’errore della prima frazione con due conclusioni verso la porta genovese: prima però calcia debolmente di sinistro, poi prova l’eurogol al volo di destro ma sbaglia la misura. Per sbloccare il risultato servono altri sette minuti. Paulo Dybala rivela le sue doti a tutta la Serie A con un sinistro di grande potenza e precisione che termina sotto la traversa e fa esplodere il “Barbera”. E’ un’invenzione da applausi di Franco Brienza a liberare l’argentino, che può festeggiare il suo primo gol nel massimo campionato italiano.

La reazione blucerchiata si limita ad un paio di punizioni di Maresca che non impensieriscono più di tanto la squadra di Gasperini. Il Palermo può allora cercare la rete per chiudere l’incontro con Ilicic (tiro di poco a lato di sinistro dai venti metri) e Kurtic. Ma al 26′ è ancora lui, Paulo Dybala, a trovare il sinistro vincente. La luce è accesa come sempre da Franco Brienza, che smarca l’argentino un metro dentro il limite dell’area. Il numero 9 controlla e con una naturalezza degna di un campione scarica verso la porta un sinistro imparabile per Romero. Il pubblico del “Barbera” ha trovato un nuovo idolo, che al 45′ manca la tripletta solo a causa di un grande riflesso di Romero.

La formazione di Ferrara non riesce ad impegnare praticamente mai Ujkani nel finale: il Palermo può dunque controllare il risultato e portare a casa un successo importantissimo. I rosanero salgono a quota 11 in classifica.

fonte palermocalcio.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: