ForzaPalermoSempre

113 anni di storia, due colori, un' unica grande passione

ZAMPARINI: “Mai pentito di Palermo. Il ricordo più bello è la promozione; l’errore di mercato più grande…”

Il presidente Maurizio Zamparini ha fatto, attraverso le pagine de La Repubblica, un bilancio dei suoi 10 anni di presidenza: “In questi 10 anni non mi sono mai pentito di aver acquistato il Palermo. Io considero ogni cosa come un´esperienza di vita, che può essere bella o brutta. Quella in rosanero è bellissima. Io amo il calcio e farlo a Palermo è la cosa più bella che mi potesse capitare”.

Zamparini, un po’ come tutti i tifosi, ha un ricordo particolarmente bello di questi 10 anni: “Certamente la promozione dalla Serie B alla A. Ricordo ancora l´atmosfera di quella sera allo stadio. La gente di Palermo aspettava quel momento da trenta anni, vedere i tifosi in festa è stato bellissimo perché era il risveglio dell´orgoglio di un´intera città”. Ci sono stati, però, anche momenti difficili con la città e i tifosi. In particolare il presidente ha un brutto ricordo di “ quello che è successo quando Rossi è andato via. Un´esperienza certamente da dimenticare. Mi ha fatto male essere contestato da quei tifosi che avevano sposato la causa di Rossi. Ma per fortuna era solo un gruppo sparuto”. Il miglior allenatore dei suoi 10 anni in Sicilia, quello che ha inserito come tecnico del suo dream team, è Francesco Guidolin. “ È l´allenatore più bravo che ho avuto. Quello al quale sono rimasto più legato e che ho sempre rimpianto. Mi auguro che Sannino non mi faccia più rimpiangere Guidolin”.

Zamparini e il mercato. Un rapporto complicato, fatto di grandi colpi, ma anche di tante delusioni. Ecco il suo bilancio: “Il colpo di mercato? Senza dubbio Pastore. I flop? Tantissimi, da Farias, ma anche Ferri e Raggi”. Tra i gravi errori, secondo il Presidente, c’è sicuramente “la cessione di Luca Toni. Lasciarlo partire per 10 milioni di euro fu un gravissimo errore, anche perché poi ne spesi 16 per Makinwa e Caracciolo”. Tre giocatori, in particolare, sono rimasti nel cuore del presidente: “Sono affezionato a tre ragazzi: Corini, Balzaretti e Migliaccio”.

Adesso il Palermo è pronto per un’altra stagione. Qual è la sensazione del presidente sulla squadra di quest’anno?”Per me questo Palermo è forte come quello degli anni passati. Noi abbiamo fallito solo l´anno scorso, ma è stato un fallimento dovuto alla guida tecnica. I nostri programmi non cambiano e la squadra sarà sempre competitiva”. E sul futuro il numero 1 di viale del Fante ha dichiarato: “Non lo so, da tempo cerco una figura giovane che mi possa sostituire e che mi consenta di fare un passo indietro e magari fare il presidente onorario. Ma non è facile perché per me essere il presidente del Palermo mi piace tantissimo. E´ un ruolo bellissimo, che stanca, ma ripaga di tanti sacrifici”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 19 luglio 2012 da con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: